Medical Topics

Complicazioni di dispositivi, impianti, e innesti
Elenco > Complicazioni di dispositivi, impianti, e innesti




I dispositivi, impianti, e innesti si riferiscono tutti al posizionamento chirurgico di un uomo fatto di meccanica, materiale sintetico impiantabile o materiale biologico impiantabile nel corpo per correggere una condizione clinica. I progressi della tecnologia hanno notevolmente aumentato il numero di interventi chirurgici effettuati ogni anno per innesti, impianti e dispositivi. Le complicazioni si riferiscono allo sviluppo di condizioni impreviste o indesiderate postoperatorie relativi al dispositivo, innesto, o impianti.
Il tipo più comune di innesti sono innesti cutanei e innesti ossei. L'innesto può essere permanente o temporanea. Nel caso di innesti temporanee, il materiale innestato è gradualmente riassorbito e sostituito con una nuova crescita.
Materiale per formare l'innesto può provenire da una varietà di fonti naturali e sintetiche. Quando il tessuto viene rimosso da una zona del corpo e innestati in un'altra area, si parla di un autoinnesto. Quando il materiale viene rimosso da un altro individuo della stessa specie (vivente o cadavere) e utilizzati in un secondo individuo, l'innesto è un allotrapianto. Quando il materiale viene rimosso da una specie e innestato in un'altra specie (ad esempio, innesti di pelle di maiale in esseri umani), l'innesto è un xenotrapianto.
In aggiunta, il materiale di innesto può essere completamente sintetici. Comuni innesti sintetici o sono a base ceramica (fosfato di calcio o solfato di calcio) o materiali basati su polimeri. Spesso innesti sono una combinazione di questi materiali differenti. Ogni tipo di innesto ha vantaggi e svantaggi, con differenze nell'incidenza di complicanze.
La maggior parte degli impianti (ad esempio, seno e impianti cocleari) e dispositivi chirurgici (ad esempio, ginocchio e protesi d'anca) sono sintetici. Impianti e dispositivi sono comunemente realizzati in una combinazione di metallo, ceramica, plastica e polimeri. Complicazioni variano con il tipo di impianto o dispositivo, la sua posizione nel corpo, l'esperienza del chirurgo, e la risposta immunologica e salute dell'individuo. Sensibilità in metallo in alcuni individui può produrre una risposta biologica di impianto di dispositivi ortopedici metallici per esposizione e il rilascio di ioni metallici.
La maggior parte delle complicanze rientrano in quattro categorie generali: complicanze emorragiche e chirurgico, infezione post-operatoria, la risposta immunitaria e di rifiuto, e un guasto del dispositivo. Complicanze emorragiche e chirurgiche possono influenzare la pervietà della protesi, impianto, o un dispositivo, e può causare danni ai tessuti circostanti il ​​sito chirurgico. Per esempio, la causa più comune di fallimento di un innesto di pelle è il contatto con il letto inadeguata tessuto destinatario, sanguinamento può causare sangue piscina sotto l'innesto (ematoma), diminuendo il contatto tra l'innesto e il tessuto del destinatario. Altre complicazioni possono derivare da vincoli tecnici, quando l'innesto o impianto deve essere fatto in un luogo difficile o non ottimale. In alcuni casi il sito ricevente non è ben vascolarizzati, riducendo il flusso di sangue necessaria e ossigeno al tessuto e conseguente fallimento del trapianto o l'impianto. Come in tutti gli interventi chirurgici, coaguli di sangue o tromboflebite può sviluppare durante o dopo l'intervento chirurgico, aumentando il rischio di embolia polmonare o di ictus (accidente cerebrovascolare).
L'infezione è una complicanza potenziale di tutte le procedure chirurgiche. Tuttavia, il rischio è ancora maggiore in individui con ustioni, in cui gran parte della aria-barriera della pelle sono stati violati. In allotrapianti individui trattati, vi è una possibilità bassa ma reale che il tessuto trasferito da un altro individuo provoca infezioni o malattie.
Una risposta immunitaria al trapianto, impianto, o dispositivo, e conseguente rigetto è anche una complicazione comune. Autoinnesti hanno meno probabilità di essere respinto, poiché il tessuto che viene innestato viene raccolto dalla persona che riceve il trapianto e le cellule in dell'innesto sono ancora riconosciuti dal sistema immunitario come auto-cellule quando il tessuto viene spostato in un altro posto nel corpo. Di tanto in tanto, rifiuti autotrapianto verificarsi per motivi sconosciuti.
Rigetto è più comune. Tessuto Alloinnesto può venire sia da un donatore vivente o di un cadavere. Il tessuto viene spesso trattati in modi che contribuiscono a diminuire la probabilità di una risposta immunitaria e rigetto da parte del destinatario. Una risposta immunitaria e il rifiuto è ancora più probabile quando nel caso di trapianto (cross-specie innesto) viene eseguita. Il rifiuto può anche verificarsi a causa di sensibilità verso materiale sintetico utilizzato l'impianto o il dispositivo. Circa il 13% della popolazione ha sensibilità ai metalli come nichel, cobalto e cromo (Rabin), che può essere utilizzato in impianti e dispositivi. Tuttavia, il ruolo di sensibilità in metallo rigetto dispositivo rimane controverso. Diversi studi hanno dimostrato che meno dello 0,1% del rifiuto dispositivo sembra essere causata da sensibilità ai metalli (Rabin), rendendo il significato clinico di questa reazione poco chiaro.
Infine, i dispositivi possono fallire perché sono impiantati in modo improprio, si rompono, si consumano, o migrare fuori posizione. Ad esempio, la ripartizione delle protesi mammarie al silicone ha ricevuto un'ampia copertura dei media. Guasto del dispositivo può avvenire quasi immediatamente o anni dopo l'intervento chirurgico iniziale. Inoltre, gli impianti che sono destinati temporaneo può fallire se non vengono riassorbiti dall'organismo come previsto.
Rischi
Rischio di complicanze dipende dal tipo di procedura, l'esperienza del chirurgo, la salute delle condizioni individuali e di fondo che richiedono l'innesto, impianto, o del dispositivo. Rischio di complicanze può variare da minimo per l'impianto di un dispositivo di drenaggio, di molto più elevato per le procedure come la sostituzione delle valvole cardiache. Il rischio postoperatorio per infezione e rigetto di dispositivi, impianti e innesti è superiore altre possibili complicazioni.
Incidenza e prevalenza
La complicanza più comune post-operatoria di dispositivi a permanenza ed impianti è l'infezione, quasi la metà dei 2 milioni di ospedale infezioni correlate (infezioni nosocomiali) segnalati ogni anno sono associati con i dispositivi interiori ed impianti (Daroiche).
Le procedure chirurgiche che utilizzano innesti, impianti e dispositivi sono comuni. Da una stima, più di mezzo milione di innesti ossei sono stati effettuati negli Stati Uniti e 2,2 milioni in tutto il mondo nel 2005, con il numero dovrebbe aumentare costantemente (Laurencin). Innesti cutanei sono comunemente utilizzati in individui con ustioni. Sempre, innesti e impianti vengono utilizzati nella pratica della chirurgia estetica. Anche cornee possono essere trapiantate in una procedura di innesto.
Nel 2005, più di 4 milioni di donne americane vivevano con protesi mammarie, di questi, il 70% al 80% ha avuto chirurgia implantare per ragioni estetiche. (Brody).
Più di 120.000 protesi totali d'anca vengono eseguite negli Stati Uniti ogni anno, con circa 800.000 in corso in tutto il mondo (Jacobson).
Storia
Segni variano considerevolmente a seconda del tipo e del sito dell'innesto, impianto, o dispositivo. Tuttavia, quando insorgono complicazioni, gli individui possono segnalare arrossamento, dolore e gonfiore al sito del trapianto o l'impianto. In aggiunta, ci possono essere febbre e insufficienza della condizione originaria di migliorare.
Esame fisico
Esame fisico può rivelare gonfiore e infiammazione nel sito del trapianto, impianto, o dispositivo, desquamazione del materiale innestato, o movimento o la migrazione del dispositivo. Le complicanze possono essere in pericolo di vita.
Test
Esami di imaging (radiografia, TAC, risonanza magnetica, ecografia diagnostica) sono fatti per esaminare i dispositivi impiantati internamente. Gli esami del sangue e la cultura dei tessuti rivelano la presenza di infezione. Metallo ipersensibilità può essere rilevato da rintracciare globuli bianchi (leucociti) migrazione utilizzando un test di inibizione del fattore migrazione linfochina (MIF) (Rabin). Altri test sono specifici per il tipo di dispositivo e complicazione sospetto.
Trattamento dipende dal tipo di complicazione, il tipo di innesto, impianto o dispositivo utilizzato, e la condizione di base che ha richiesto l'innesto o protesi. Il trattamento può variare da farmaci come antibiotici per intervento di revisione per rimuovere o sostituire il dispositivo. Farmaci per il dolore analgesici può essere data per controllare i sintomi, ma non correggere la condizione di base.
La prognosi dipende dal tipo di complicazione, le opzioni disponibili per il trattamento, e la salute della persona. Il trattamento rapido della complicazione tende a migliorare la prognosi. Le complicanze possono essere fatali.
Ogni tipo di trapianto, l'impianto o dispositivo è dotato di complicanze specifiche che variano ampiamente a seconda del luogo. Le potenziali complicanze di innesti cardiaci come bypass coronarico (CABG) comprendono attacco cardiaco (infarto del miocardio), ictus (accidente cerebrovascolare), emorragia, infezione, la memoria e difficoltà di comprensione, scarsa concentrazione, e l'ostruzione del trapianto. Complicazioni di altri tipi di innesto, quali innesti corneali, possono includere il rigetto del trapianto, rigetto del trapianto, infezioni, perforazione, perdita della vista, e cicatrici.
Le complicanze della protesi cardiaca, come protesi valvolari cardiache includono dilatazione irreversibile di un'arteria a causa di infezione (aneurisma micotico), infiammazione del rene (glomerulonefrite), ascessi metastatici, guasto di una valvola, endocardite, e sanguinamento secondaria a terapia con anticoagulanti o tromboembolismo. Complicazioni di protesi vascolari, come inferiori filtri cavali, includono la migrazione del filtro causando ostruzione del flusso di sangue, errato posizionamento del filtro, perforazione di strutture adiacenti, come il duodeno o dell'uretere, e sanguinamento. Altre complicanze comprendono la formazione di coaguli di sangue nel punto di inserimento e la sindrome postflebitica (edema degli arti inferiori e ulcere della pelle). Complicazioni di shunt cerebrali includono emorragia, infezioni, malfunzionamenti, e convulsioni.
Le complicazioni associate agli impianti ortopedici, come caviglia, ginocchio, anca, spalla e protesi utilizzate in sostituzione delle articolazioni comprendono l'infezione, perdita di lesione periferica, dislocazione, vasi sanguigni o nervi, il dolore, e la guarigione delle ferite. Le complicanze di un tipo di impianto genito-urinario, il sostegno uretrale, includono l'erosione dell'uretra o della vagina, perdita di punti di sutura, infezione, rigetto dell'impianto, e disfunzioni sessuali.
Alcune donne complicazioni di protesi al seno tra cui dolore, edema, infezioni, i cambiamenti nel colore della pelle, la mancanza di simmetria del seno, vesciche, e la morte del tessuto (necrosi). Inoltre, alcuni impianti possono perdere, rottura, o migrare fuori luogo.
Complicazioni di pacemaker cardiaci sono guasto, in-o sopra-sensing, perdita di cattura, la frequenza cardiaca non corretta, posizione di guida poveri, modalità impropria, guasto del generatore, la frequenza cardiaca elevata, e posizionamento degli elettrodi poveri. Altre complicazioni che possono verificarsi durante l'inserimento o la rimozione del pacemaker includono lesioni ai vasi sanguigni o il cuore (perforazione, emorragia), infezioni, sangue nel torace (emotorace), aria nel torace (pneumotorace), tamponamento cardiaco, coaguli di sangue, e avulsione del ventricolo destro.
Dispositivi intrauterini può causare perforazione dell'utero, maggiore probabilità di gravidanza extrauterina, un aumento del flusso di sangue mestruale, e le mestruazioni dolorose. Il dispositivo può anche essere espulso, che porta a gravidanze indesiderate.
Ritorno al lavoro restrizioni e turismo deve essere determinata su base individuale a seconda del tipo e la posizione della complicazione, nonché la condizione di base che richiede la procedura originale. Tempo supplementare di sconto può essere necessario se un ulteriore intervento chirurgico deve essere eseguita.
Fattori che influenzano Durata
Durata della disabilità dipende dalla causa del disturbo da trattare con il dispositivo, innesto o protesi, il tipo di procedura chirurgica e la complicanza specifica (s) che si sviluppano come pure il tipo di trattamento per la complicazione e la risposta al trattamento.
Termini correlati
  • Rigetto
  • Dispositivo di scarto
  • Perdite o deterioramento delle protesi mammarie
Specialisti
  • Internist cardiovascolare
  • Surgeon General
  • Ginecologo
  • Medico Medicina Interna
  • Neurochirurgo
  • Oculista
  • Orale / chirurgo maxillo-facciale
  • Ortopedia (ortopedico) Chirurgo
  • Chirurgo plastico
  • Radiologo
  • Chirurgo Toracico
  • Chirurgo Vascolare
Condizioni di comorbilità
  • Disturbi circolatori
  • Compromissione del sistema immunitario
  • Diabete
  • Obesità